13/09/11

Danilo Petrucci, con Ducati, è campione italiano Stock 1000


Che sarebbe stato un week end importante e decisivo per il titolo Stock 1000 lo avevano immaginato tutti.
Che fosse un anno speciale per Danilo e per il Barni Racing Team, lo si era capito dai podi, dai record della pista e dalle continue pole position che il pilota ternano si aggiudicava costantemente.
Nonostante questo, come ci insegna lo sport motociclistico è meglio non festeggiare fino alla bandiera a scacchi.

A Vallelunga, la bandiera del titolo italiano ha sventolato a favore del talentuoso Danilo portandolo, con una gara d'anticipo, direttamente nell'albo d'oro del motociclismo italiano.
Danilo, dopo aver ottenuto la settima pole position e dopo aver stabilito il nuovo record della pista nelle qualifiche, mette il turbo anche in gara. Con una partenza lampo sbaraglia subito la concorrenza percorrendo i 16 giri previsti in solitaria e andando a vincere con un distacco di sei secondi dal suo inseguitore
Ivan Clementi.

"E' stata una sensazione fantastica", dichiara Danilo. "Dopo delle prove ottime, in gara non sono riuscito a girare con gli stessi tempi, ma alla fine ho fatto comunque la differenza.
Vincere il titolo era il mio obiettivo di inizio stagione e centrarlo con una gara d'anticipo è stato davvero bello. Ringrazio la squadra, la Ducati, la FMI e Cristiano Migliorati per il loro supporto. La vittoria è tutta loro".

Quest'anno, anche la classe regina, incoronerà vincitore uno dei due piloti di casa Barni. Infatti, Matteo Baiocco e Alex Polita, amici nella vita e avversari in pista, si giocheranno il titolo 2011 direttamente nell'ultima tappa prevista al Mugello. Alla partenza, Matteo Baiocco cerca di tenere la ruota del poleman Federico Sandi che impone da subito un ritmo davvero alto, mentre Alex Polita, leggermente staccato, cerca di non perdere metri importanti. La gara è lunghissima e le temperature alte non rendono vita facile ai piloti e alle gomme. Nel finale di gara,vedendo che il gap tra sè e Sandi era ormai troppo elevato, Baiocco abbassa il ritmo aggiudicandosi in sicurezza il secondo posto e venti importantissimi punti di campionato. Matteo Baiocco #15 "A volte alcuni episodi ti aiutano a capire che bisogna accontentarsi e oggi ho fatto questo. Non era possibile seguire Sandi, ma Polita era alle mie spalle e io ho avuto l'opportunità di incrementare il mio vantaggio in campionato: l'ho sfruttata in pieno e questo secondo posto vale come una vittoria. Ora ci giochiamo tutto al Mugello". Alex Polita si aggiudica invece il terzo posto. Nonostante alcune difficoltà riscontrate da inizio week end non molla la presa, compiendo un'ottima gara e mantenendosi in scia del corregionale Baiocco fino all'ultimo giro. Alex Polita #53 "Nella parte centrale della gara sono stato rallentato dalla bagarre con Mandatori e Conforti e quando mi sono liberato ho capito che era tardi per riprendere Baiocco. Avrei voluto far di più per riaprire il campionato ma oggi non ce l'ho fatta. Spero di riuscire a far meglio al Mugello".

Marco Barnabò, Team Manager "In pista si vince con ottimi piloti e moto performanti, ma è importante ricordare che i nostri risultati sono merito di tutta la squadra e di chi lavora da casa, un team di professionisti qualificati che ha messo anima e corpo, gara dopo gara, per arrivare fino a qui, della Ducati e della Pirelli per la continua fiducia e il costante supporto. Sono molto orgoglioso di aver preso parte al primo campionato vinto da Danilo e gli auguro che questo possa essere il primo di tanti! Per quanto riguarda la SBK sono molto contento della gara. Potevamo sicuramente raggiungere un miglior ritmo con entrambi se fossimo partiti meglio. Baiocco ha comunque fatto quello che doveva fare in ottica di campionato. E' stato bravo anche Alessandro che con orgoglio ha recuperato la gara. Che dire del Mugello... che vinca il migliore."