22/06/15

Ducati conquista l'800° podio in Superbike


Ci sono poche cose che legano indissolubilmente il nome di Ducati a qualcosa. Una di queste cose è sicuramente il Campionato mondiale Superbike dove Ducati ha raccolto una serie impressionante di successi. Il podio colto da Chaz Davies a Misano porta il computo totale dei podi conquistati da Ducati all'incredibile numero di 800.
Fin dalla gara di esordio del campionato nel 1988 a Donington le Superbike di Ducati si sono sempre distinte per gli eccellenti risultati, tanto che non esiste anno nell'albo d'oro del mondiale SBK, che non abbia visto almeno una Ducati salire su uno dei gradini del podio in almeno una manche a calendario.
Citare qui tutti i piloti sarebbe piuttosto lungo, ma se da un lato conquistare podi con le moto ufficiali è tutto sommato "dovuto", dall'altra una congrua parte di questo incredibile numero è da ascrivere a team e piloti privati che hanno confermato una volta di più quanto le moto realizzate a Borgo Panigale si siano sempre dimostrate competitive anche nella versione cosiddetta "clienti". Una conferma della filosofia da sempre applicata alle varie versioni delle Superbike Ducati che risponde al dogma del "pronto corsa" e chi si identifica con la lettera "R". Filosofia che in taluni casi ha anche portato le moto clienti a sopravanzare le ufficiali dimostrando una volta di più la bontà del progetto e del prodotto stesso.
Sin dalla prima 851 Superbike che salì sul gradino più alto del podio nel già citato appuntamento di Donington 1988, per finire con la Panigale R di Chaz Davies a Misano, le moto Ducati salite sul podio scrivendo la storia del campionato Superbike hanno nomi leggendari: 888, 916, 996, 998, 999, 1098. Nomi che hanno riscosso altrettanti successi sul mercato nelle versioni di serie, venendo apprezzate sia per la prestazioni di riferimento che per l'indiscutibile fascino del design che contraddistingue ogni Ducati.
800 podi sono un traguardo importante per Ducati che, come sempre, guarda avanti per mantenere ma soprattutto incrementare la competitività delle moto, moto che In questi 27 anni sono state protagoniste sui circuiti di tutto il mondo sempre rigorosamente dotate di motore bicilindrico impreziosito dalla distribuzione desmodromica, vero segno distintivo di ogni Ducati. Il prossimo traguardo è a quota 1.000 o 1.299? 

ducati.it