30/09/17

Gara 1 sfortunata a Magny Cours: Forés cade e poi si ritira


Magny Cours, 30 Settebre 2017. Gara sfortunata per il Barni Racing Team e per il suo pilota Xavi Forés sul circuito Nevers de Magny Cours, undicesimo round del World SBK Championship. Sui 4.411km chilometri del tracciato francese, ancora bagnato, ma senza più la pioggia battente del mattino, lo spagnolo del team capitanato da Marco Barnabò è caduto dopo il primo giro colpito dalla Yamaha di Van der Mark, scivolato al tornantino "Adelaide". L'incidente ha condizionato poi tutta la gara della Panigale R guidata dal valenciano che ha prefetto ritirarsi a pochi giri dal traguardo. 

Partito dalla quarta posizione della griglia, Forés non ha avuto una scatto brillante e nel corso della prima tornata è finito in ottava posizione, dietro alle Yamaha di Lowes e Van der Mark. Al secondo giro il pilota olandese è scivolato e il portacolori del Barni Racing Team non è riuscito ad evitare la Yamaha in mezzo alla pista. Ripartito in ultima posizione, con la zona punti molto lontana e con diversi danni riportati alla sua Ducati Panigale R, lo spagnolo ha preferito ritirarsi quando era in diciassettesima posizione.
Uno "zero" pesante per Forés in chiave campionato che, settimo nella classifica generale con 156 punti, perde sette lunghezze da Van der Mark (7° in gara 1) e vede avvicinarsi alle sue spalle Camier (MV Augusta),protagonista di un quarto posto in gara 1 e ora a 10 punti da Forés.
Marco Barnabò, Principal Manager
«Purtroppo le cose non sono andate come speravamo. Nella caduta innescata da Van der Mark si sono piegati il manubrio e la pedana e anche se è ripartito il nostro pilota non riusciva più a guidare bene. Forse avremmo avuto anche qualche problema di gomme, ma l'incidente ci ha impedito anche di lottare».
Xavi Forés, #12
«Siamo stati davvero sfortunati e né io né il team ci meritavamo questo risultato. Già prima dell'incidente quel pilota mi aveva fatto un sorpasso un po' al limite e poi mi sono ritrovato la sua moto davanti. Forse pensava che la gara durasse solo un giro?! Sono ripartito cercando di portare a termine la corsa, ma con i danni che avevo sulla moto ho avuto un consumo anomalo della gomma e la moto alla fine era ingestibile. Speriamo che domani sia una gara totalmente diversa e che possiamo riscattarci. Devo chiedere scusa al team per oggi e spero domani di poter regalare un bel risultato».