02/07/12

Una Old School 900 SS del 1996


Ducati SS 900 del 1996 di Fabione e Gabriele due amici Bolognesi che mi inviano la loro special qui sotto troverete la lista delle loro modifiche:

- il codone è derivato (penso) da un benelli degli anni 60 tagliato longitudinalmente e allargato in modo da appoggiarsi al telaio e la sella è stata creata in casa da me.
- il serbatoio derivato da un ducati SS degli anni 80 è stata modificata la sede del tappo carburante chiudendo il vecchio foro al centro e creandone uno nuovo nella parte anteriore applicandogli un tappo stile MONZA in alluminio, in più ai lati del serbatoio sono state applicate i loghi Ducati scrambler,
- i cerchi a raggi derivano da un morini 9 1/2; quello anteriore è stata una cavolata mentre per quello posteriore abbiamo passato quasi 2 settimane per tornirli e fresarli nel mozzo e nel parastrappi per farli alloggiare perfettamente nel forcellone originale ducati.......alla fine abbiamo tolto 1,5cm di disassamento!
- le piastre di sterzo derivate da un monster prima serie complete di riser per poter alloggiare un manubrio tommasellli derivato da un Honda CB 400. Per completare il manubrio sono state aggiunte delle manopole a botticella.
- il fanale non si sà da quale moto arrivi ma la palbebra a visierina deriva da un maggiolone degli anni 60'
- le staffe reggifaro sono state fatte da noi in quanto volevavamo mettere qualcosa di nostra inventiva e allora perchè non fargli il mitico simbolo dello storico CLUB 59 dell' Ace Cafè di Londra? un richiamo storico che rende la moto ancora più di nicchia
- X gli scarichi mi ero detto: "non posso montare degli scarichi originali stonerebbe con il genere della moto" e infatti grazie al natale sotto l'albero mi sono trovato due bei MEGAPHONE vergognosamente aperti che fanno ruggire la moto in maniera imbarazzante.
Mi hanno chiesto il perchè degli scarichi così alti........semplice per pettinare la gente ad ogni sgasata! :D
- come strumentazione ho lasciato solo il contagiri da vera racing ma non potevo lasciarlo originale e così cercando su internet mi sono imbattuto su un disegno che era adattissimo alla moto: un teschio con le valvole desmodromiche al posto delle sopracciglia e la calotta cranica con il taglio trasversale che riproduce il nuovo simbolo ducati.
- il motore è rimasto insieme al telaio e all'impianto frenante completamente originale a parte il filtro dell'aria che è stato sostituito con due filtri a cono che le danno un aria ancora piu' bastarda!
Al WDW 2010 vincemmo al GARAGE CONTEST il premio Giuria Tecnica e fù un emozione grandissima.