17/09/12

Bellissimo podio per Rossi e il Ducati Team a Misano, Hayden settimo nonostante il dolore

 
 
In una giornata calda, soleggiata e ricca di colpi di scena, Valentino Rossi ha vissuto la sua gara più bella in sella alla Desmosedici. Il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini ha infatti visto il pilota italiano  conquistare il secondo gradino del podio dopo aver guidato con un ritmo secondo solo a quello del vincitore, Jorge Lorenzo.  Dopo l’annullamento della prima partenza, Rossi è scattato benissimo al secondo spegnimento del semaforo rosso e, uscito dalla prima curva in seconda posizione, ha controllato Stefan Bradl prima e la rimonta di Alvaro Bautista poi, fino alla bandiera a scacchi.
 
Il suo compagno di squadra Nicky Hayden ha completato la giornata positiva del Ducati Team arrivando settimo nonostante la sua mano destra fosse ancora gonfia e dolorante. Domani deciderà insieme alla squadra se prendere parte alla giornata di test del Ducati Team, sempre sulla pista di Misano, insieme a Valentino Rossi.
 
Valentino Rossi (Ducati Team) 2°
“E’ stata una gara molto bella, sono contentissimo. Un grande risultato, che voglio dedicare al Sic e alla sua famiglia, Paolo, Rossella e Martina. Vorrei anche ringraziare  tutti i ragazzi che lavorano con me e tutti in Ducati Corse che ce la stanno mettendo tutta come me: ci voleva  dopo due anni così difficili. Sono molto felice perché è stata una gara ad alto livello, sull’asciutto, sempre con un passo veloce e con, alla fine, un distacco contenuto da Lorenzo. Abbiamo lavorato bene, il nuovo telaio e il nuovo forcellone permettono di fare più modifiche sulla geometria e qui, infatti, il feeling sul davanti era maggiore e la moto sembrava più bilanciata anche in accelerazione.  Anche il set-up che abbiamo trovato era buono, sono riuscito ad andare veloce con costanza per tutta la gara. Sarà importante continuare a lavorare bene e fare il massimo per portare la Ducati più in alto possibile anche nelle prossime gare”.
 
Nicky Hayden (Ducati Team) 7°
“Questa mattina mi sentivo piuttosto dolorante e ho anche pensato di non correre ma poi ho deciso di provare. Sono successe un bel po’ di cose oggi in pista e ho pensato che se avessi guidato in maniera pulita sarei arrivato alla fine con un risultato discreto, anche se sarebbe stata dura. Chi non ha mai usato i freni in carbonio con un’anteriore Bridgestone, difficilmente può sapere cosa vuole dire, ad oggi, stringere la leva del freno di una MotoGP. Ogni paio di giri dovevo rallentare un po’ il ritmo per permettere alla mano di riprendersi. E’ stato doloroso ma alla fine sono riuscito a portare a casa il settimo posto. Speriamo di ripartire da qui. E’ stato fantastico vedere Vale sul podio oggi, credo sia un riconoscimento per tutti gli sforzi di Filippo (Preziosi) il suo staff tecnico, la squadra e l’azienda”. 
 
Vittoriano Guareschi, Team Manager
“Siamo molto contenti perché abbiamo fatto un buon lavoro sia due settimane fa nei test sia sul set-up della moto durante il fine settimana di gara e siamo riusciti a mettere Valentino in condizione di ottenere un ottimo risultato. Vale ha  potuto esprimere il suo potenziale anche sull’asciutto, e gestire bene la gara fino alla fine. Serviva una conferma su questa nuova ciclistica in un confronto con gli altri e oggi l’abbiamo avuta. Nicky ha raccolto il massimo che poteva fare nelle sue condizioni, la sua mano non è ancora sicuramente a posto e ha dovuto fare della iniezioni di antidolorifici per poter correre. Era comunque molto  importante per lui rientrare dopo quattro settimane di stop e domani, a seconda di come si sentirà, vedremo se riuscirà a girare insieme a Valentino nei test”. 
Fonte: ducati.it