25/05/15

Mercado e il BRT chiudono 11esimi e 13esimi a Donington


Donington Park, 24 maggio 2015. Per il suo sesto round stagionale, il Campionato Eni FIM World Superbike 2015 ha fatto tappa sullo storico circuito di Donington Park, dove nel 1988 prese il via per la prima volta ufficialmente il mondiale delle derivate di serie.

Sia Leandro Mercado che il Barni Racing Team sono giunti sul tracciato inglese senza disporre di una precedente esperienza; l’argentino, infatti, aveva avuto modo di disputarci solo pochi giri in passato, mentre la squadra bergamasca ha corso per la prima volta questo fine settimana sulla pista d’Oltremanica. Nonostante le prime difficoltà riscontrate, il team e il suo rider hanno saputo difendersi nel migliore dei modi, concludendo con un buon 11esimo posto Gara 1 e piazzandosi 13esimi in Gara 2.

Il weekend inglese si è presentato tutto in salita per Leandro Mercado e il Barni Racing Team che, durante la prima giornata di prove libere, non sono riusciti ad andare oltre il 16esimo tempo complessivo e a trovare la giusta strada da seguire per rendere competitiva la loro Ducati Panigale R sull’impegnativo circuito di Donington, che alterna ad una parte iniziale veloce un ultimo settore molto lento. I tecnici della squadra hanno lavorato intensamente per cercare di accrescere il feeling dell’argentino con la moto, apportando numerose modifiche anche prima del turno di qualifiche ufficiali, durante il quale Tati, con un giro in 1’28.991, si è aggiudicato la partenza dalla 15esima casella in griglia. Nonostante la posizione ottenuta, il pilota e il suo team hanno proseguito i lavori in vista delle due gare del giorno successivo, fiduciosi di poter ottenere due buoni risultati, grazie al miglioramento avuto in giornata, rispetto ai turni precedenti.

La domenica mattina, sotto un cielo coperto e minaccioso di pioggia, ha preso il via Gara 1, dominata dall’inglese Tom Sykes (Kawasaki). Scattato dalla quinta fila, Leandro Mercado è riuscito a giungere al traguardo all’11esimo posto, mantenendo costante il proprio passo, evitando rischi eccessivi ed amministrando il proprio vantaggio sugli inseguitori. Più complicata invece la seconda prova di giornata, vinta nuovamente da Sykes (Kawasaki): dopo aver recuperato alcune posizioni subito dopo lo spegnimento del semaforo rosso, l’argentino del Barni Racing Team ha cercato di ricucire il distacco dai piloti che lo precedevano ma, per evitare la moto di Terol (Ducati) volata in pista a seguito della sua caduta, Mercado ha perso numerosi secondi dai fuggitivi, rimanendo tredicesimo fino al traguardo.

Marco Barnabò, Principal manager: “Tutto il weekend è stato molto difficile per noi. Gara 1 è andata abbastanza bene e siamo riusciti ad avere un buon passo. In Gara 2, Tati ha dovuto gestire la gara in solitaria, rimanendo attardato dopo la caduta di Terol ed è stato anche protagonista di un dritto. Nonostante tutto, siamo riusciti a  entrambe le manche, portando a casa punti importanti per il campionato. Il team ha lavorato intensamente durante tutto il fine settimana e cercheremo di trarre del positivo da questa esperienza in vista delle gare future. Purtroppo capitano anche gare in cui non si riescono ad ottenere degli ottimi risultati. Ora ci prepareremo bene in vista del prossimo round.“

Leandro Mercado, #36: “È stato un weekend molto difficile. Purtroppo non siamo riusciti a trovare la giusta strada per poter essere veloci su questa pista. In Gara 1 avevo un buon ritmo e sono rimasto con Salom e Ramos. Prima di Gara 2 abbiamo apportato ulteriori modifiche per cercare di accrescere il grip, ma purtroppo non sono servite: per evitare la caduta di Terol sono finito sull’erba e ho perso molto tempo, poi ho commesso anche un errore ed infine sono arrivato tredicesimo. Anche se questo weekend non è andato come ci aspettavamo, siamo comunque riusciti a portare al termine le due prove e sicuramente questa esperienza ci servirà per il futuro. Voglio ringraziare tutto il team per il grande lavoro svolto. Ci riproveremo a Portimao!”

Al termine del sesto round il portacolori della squadra bergamasca mantiene la nona posizione nella classifica generale dominata da Jonathan Rea (Kawasaki). Il prossimo appuntamento sarà tra due settimane, il 7 giugno, sulla pista portoghese di Portimao.