25/02/13

Un giorno sfortunato per il Team Ducati Alstare




Dopo la superba prestazione fornita ieri in Superpole dove aveva ottenuto la vittoria,  le aspettative di un buon risultato oggi erano molto alte e Carlos Checa aveva subito messo in chiaro le proprie intenzioni con un’ottima partenza nel primo dei 22 giri di gara. Al termine del primo giro Carlos era infatti in terza posizione, prima di forzare il suo ritmo e portarsi al secondo posto nel corso del sesto giro. Da li in poi Checa era impegnato nella lotta per il podio con Haslam e Melandri e riusciva a recuperare in frenata e sul misto il terreno che perdeva sul dritto. Nel tentativo di superare Melandri all’ingresso della curva Siberia, Carlos inavvertitamente toccava la parte posteriore della moto dell’italiano della BMW e causava la caduta di entrambi.  

Nessun problema per Melandri mentre Carlos subiva una commozione cerebrale e veniva trasportato al Centro Medico dell’autodromo per controlli più approfonditi. Una volta raggiunto il centro medico Checa si riprendeva ed era in grado di spiegare che non ricordava nulla della sua caduta. Anche se all’apparenza Carlos non lamentava nessuna frattura, veniva deciso di trasportarlo all’ospedale di Melbourne per ulteriori controlli ed un ricovero precauzionale per una note. Si presume che possa essere dimesso nella giornata di domani.

Francis Batta (Team Manager)
“Vincere ieri la Superpole al debutto con questa moto è stato un risultato eccellente e la testimonianza di tutto il grande impegno che tutti hanno impiegato. E’ chiaro che la nostra moto è carente in velocità paragonata ai nostril competitors e quindi Carlos doveva cercare di recuperare in frenata e nelle curve. Dobbiamo migliorare la nostra velocità in modo che Carlos ed Ayrton possano competere ad armi pari con i loro rivali. Questa moto è assolutamente nuova per tutti noi ma noi stiamo lavorando il più possibile e stiamo progredendo ogni volta che scendiamo in pista. Sono certo che continueremo a migliorare e saremo in grado di lottare per il podio sin dalle prossime gare..”