18/06/12

Suicide Alu by LuisMoto


Ducati Supersport 750 anno 2001


Il telaio è stato modificato nella zona posteriore, ed e stato tagliato e costruito un nuovo telaietto sottosella per ospitare il nuovo codino in fibra di vetro. Le nuove saldature hanno subito un leggero effetto molding ed il telaio è stato riverniciato solo nella zona posteriore con lo stesso colore originale.
Una delle cose che ha portato via piu tempo per questa realizzazione oltre la modifica del telaio e' stato rifare l'impianto elettrico essendo di base una moto carenata l'impianto elettrico originale passava tutto sul telaietto reggicarena che è stato eliminato con grossi sganci rapidi e poco rifinito esteticamente inoltre molto piu lungo di quello che serve per una naked. Anche le bobine sono state riposizionate mentre tutti gli attacchi carenatura originali sono stati sfruttati per montare clacson , copribobina e frameslider.
Anche il blocchetto elettrico per l'accenzione è stato eliminato e messo solo un pulsante old style direttamente sul semimanubrio con i cablaggi che passanno internemente.
Per montare il faro anteriore ducati monster rotondo con tutto il suo telaietto è stato creato un adattatore in alluminio che aggancia alle piastre di sterzo in modo da poter montare anche la struttura della strumentazione monster molto piu contenuta nelle dimensioni rispetto a quella supersport dove e stato adattato il conta km originale della moto. Sempre per il conta km è stata sostituita anche la corda che arriva fIno alla chiocciola fissata sulla ruota perche l'originale con gli strumenti riposizionati risultava troppo corta.
Sempre anteriormente sopra il faro è stato posizionato un portanumero che funge da mascherina collegato al supporto faro tramite 2 staffe in alluminio verniciate in nero satinato, come le basi di sterzo mentre il supporto fari è stato verniciato in nero raggrinzante come i carter motore e qualche altra piccola rifinitura.
Il serbatoio è sempre ducati supersport (bellissimo) ma dei modelli precedenti, per montarlo è stato modificato l'airbox e creato il nuovo attacco anteriore "in pelle" con fibbia che serve come chiusura e dotato di tappo benzina in alluminio  ricavato dal pieno a vite.
Il supporto targa-fari-frecce è stato costruito in accio inox, sotto il braccio portante sono stati saldati 2 tubetti dove passano i cablaggi delle frecce  mentre per il faro e' stato costruito uno spessore in alluminio ricavato dal pieno che fa da spessore per poter spostare il faro piu vicino alla targa e avere tutto piu compatto.
sempre costruita per unicamente per questa moto è la sella in pelle scamosciata marrone da esterni con trapunta bianca e ricamo con logo "Luismoto"
il motore esteticamente è stato riverniciato in parte, come detto sopra i carter sono stati verniciati nero raggrinzante mentre i coperchi distribuzione in nero satinato per creare un po di contrasto, il radiatore invece è stato verniciato come il telaio ma reso opaco anziche lucido.
Altri interventi sul motore sono il rimappanto della centralina per via dell airbox aperto e i collettori originali sono stati modificati da 2 in 2 a 2 in 1 e poi bendati con fasce termiche termo cool, infine il singolo terminale di piccole dimensioni sempre in acciaio inox  di forma conica
Sempre riguardo il motore è stato creato un filtro per i recuperi vapori ed è stato eliminato il serbatoio sottosella che collegava i vapori al filtro aria , in questo modo il filtro si sporca molto meno ed esteticamente è tutto piu pulito .
ciclisticamente tutta originale tranne l'impianto frenante adesso a doppio disco brembo serie oro con pompa radiale discacciati e tubo in treccia aereonautica e la forcella originale che e' stata sfilata per alzare la moto sull anteriore e rendere la guida piu comoda e meno estrema
infine la verniciatura, ad effetto alluminio spazzolato sia per la carrozzeria che per il forcellone anche se di alluminio non c'e ombra da questo deriva il nome della moto "Suicide Alu"
Dimenticavo questa moto e' in vendita.


















Luismoto